Martedì 27 Aprile si è svolta online la cerimonia di consegna delle 82 borse di studio riservate ai figli dei collaboratori del Gruppo Unicomm che si sono distinti per merito scolastico e universitario nell’anno 2020. 

Sono state 82 le borse di studio consegnate dal Gruppo Unicomm ai figli dei collaboratori delle tre società del gruppo (Unicomm, Arca e GMF), che si sono distinti per merito scolastico e universitario. Unicomm, Arca e GMF sono attive in sette regioni d’Italia con punti vendita ad insegna Famila, A&O, Emisfero, Emi, Mega, Hurrà e Cash and Carry.

L’iniziativa, nata nel 2019 in occasione del cinquantesimo anniversario del Gruppo, è stata rinnovata quest’anno per sottolineare quanto sia fondamentale per l’azienda investire nei giovani talenti e sulle nuove generazioni. In particolare, sono state consegnate 8 borse di studio ai figli dei collaboratori di Arca, 14 a quelli di GMF e ben 60 ai figli dei dipendenti di Unicomm, arrivando complessivamente alla somma di 82 riconoscimenti.

I giovani premiati vantano una carriera scolastica e universitaria di alto profilo, avendo ottenuto dei risultati eccellenti nel corso dell’ultimo anno. I valori delle borse di studio sono stati rispettivamente 800 euro per i neodiplomati, 1.000 euro per gli studenti che frequentano regolarmente un corso di laurea e, infine, 1.500 euro per i neolaureati in un corso di laurea triennale o magistrale.

A differenza della prima edizione, la cerimonia di consegna non si è potuta svolgere nella sede centrale dell’azienda a Dueville (Vi) a causa delle restrizioni legate alla pandemia. La consegna delle borse si è infatti tenuta tramite videoconferenza, con la partecipazione del Presidente Marcello Cestaro e del direttore commerciale Giancarlo Paola.

Nonostante la distanza fisica, si è voluta creare, dunque, un’occasione di incontro, non solo per congratularsi personalmente con gli studenti e con i loro genitori, ma anche per far conoscere loro la realtà aziendale, anche attraverso una breve presentazione del Gruppo Unicomm realizzata dal responsabile della Formazione Francesco Pasuello.

“Abbiamo ormai oltre 7.000 dipendenti ma per noi l’azienda è ancora una famiglia – spiega Marcello Cestaro, Presidente del Gruppo Unicomm – Per questo il successo e la crescita dei figli dei nostri collaboratori sono per noi un grande motivo di gioia e di soddisfazione. Mai come in questo momento è necessario ricordare ai nostri giovani di credere in loro stessi, premiando il loro impegno”.

“Investire in formazione è sempre più importante per un’azienda come la nostra – prosegue il direttore commerciale del Gruppo Giancarlo Paola – La priorità è ovviamente garantire percorsi di crescita ai nostri collaboratori, ma con la scelta di destinare le borse di studio ai loro figli abbiamo voluto dare un segnale ulteriore. Pensiamo che premiare i meritevoli ed incentivare il loro desiderio di studiare e di imparare sia parte del nostro impegno nel campo della responsabilità sociale d’impresa”.

Guarda il video